/ Economia

Che tempo fa

Cerca nel web

Accadeva un anno fa

Economia | 13 luglio 2020, 10:50

Milano e altre città italiane riprendono a "far rumore": le rilevazioni di INGV

L'INGV, Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia, ha presentato delle statistiche molto interessanti che rivelano come le città italiane si siano "svegliate" dopo il periodo di lockdown dovuto all'emergenza sanitaria.

Milano e altre città italiane riprendono a "far rumore": le rilevazioni di INGV

L'INGV, Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia, ha presentato delle statistiche molto interessanti che rivelano come le città italiane si siano "svegliate" dopo il periodo di lockdown dovuto all'emergenza sanitaria.

L'INGV e il rumore sismico ambientale

Come noto, l'INGV è un organismo molto blasonato per quel che riguarda la rilevazione dei terremoti, i movimenti sismici verificatisi su tutto il territorio nazionale, infatti, sono puntualmente pubblicati nel relativo sito Internet ufficiale.

In quest'occasione, tuttavia, l'INGV non ha parlato di terremoti, ma di quello che viene definito in gergo tecnico rumore sismico ambientale e che è descritto in modo molto approfondito in quest'articolo.

Che cos'è il rumore sismico ambientale?

Il rumore sismico ambientale è prodotto dall'attività umana, o comunque da tutto ciò che comporta delle vibrazioni, dunque dei rumori, nel territorio di riferimento.

Questo particolare rumore viene rilevato da INGV tramite i medesimi strumenti con cui si rilevano i terremoti, esso tuttavia è il dato che viene eliminato per ottenere il dato "pulito", ovvero quello relativo esclusivamente all'attività sismica.

Come detto, il rumore sismico ambientale è dovuto ad attività antropiche, non a caso esso tende a ridursi nei giorni festivi e nelle ore notturne, e in un certo senso può essere considerato un indice di "attività" del territorio in questione.

Dati ai minimi storici durante il lockdown

Gli scorsi mesi, come ben sappiamo, abbiamo vissuto in Italia una situazione che non aveva precedenti, un lockdown totale che ha bloccato le attività produttive, il traffico urbano e quant'altro può causare, per l'appunto, il rumore sismico ambientale, non stupisce dunque il fatto che tale rumore sia calato in modo esponenziale in tutta Italia.

Le città italiane, è proprio il caso di dirlo, hanno "dormito" per diverse settimane, riducendo il numero di vibrazioni e di conseguenza di rumori, ma che cosa è accaduto nelle ultime rilevazioni? Le normali attività delle città sono riprese come prima, oppure no?

Milano e altre città hanno ripreso a "far rumore"

L'INGV non ha mai interrotto le sue rilevazioni, di conseguenza è in grado di rispondere con piena cognizione di causa.

Come evidenziato all'interno di quest'articolo, nelle città italiane i livelli di rumore sismico ambientale sono oramai divenuti analoghi alla situazione pre-lockdown, segno evidente del fatto che le città hanno ripreso la loro vita di sempre, da intendersi come attività produttive e quant'altro implichi l'insorgere di rumore.

In particolare, è stato fatto uno "zoom" sulla città di Milano, relativamente a cui è stato pubblicato un grafico in cui sono specificate le rilevazioni sia in fase pre-lockdown che quelle più recenti.

Dopo l'evidente ribasso registrato nel corso della quarantena, i livelli di rumore sismico ambientale hanno ripreso a crescere e sono su livelli quasi analoghi a quanto rilevato prima dell'emergenza sanitaria.

Una riflessione su quanto emerso

Milano, proprio come altre città, ritorna dunque a "far rumore", e questo è un fenomeno che può essere "letto" in modi differenti.

Sicuramente è positivo che le città abbiano ripreso la loro vita di sempre, se pur con delle limitazioni, allo stesso tempo però ci saranno sicuramente tanti cittadini che, dopo aver goduto di una grande pace nei dintorni della propria abitazione, avranno ripreso a fare i conti con traffico stradale e quant'altro comporti inquinamento acustico.

Quest'ultimo, ad ogni modo, non è un problema insormontabile, dal momento che con dei piccoli accorgimenti si può isolare la propria abitazione in modo assai efficace: ad esempio, installare degli infissi in pvc a Milano con buone capacità di isolamento acustico come quelli di FinestreAntirumore può essere più che sufficiente, in casi particolarmente accentuati, inoltre, si può pensare a realizzare delle insonorizzazioni basate sulla posa in opera di appositi pannelli.


Richy Garino

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore