/ Lifestyle

Lifestyle | 07 febbraio 2023, 09:44

I consigli della dietista Manuela Cimorelli: La dieta del cantante, un’armonia di nutrienti

Accordare nutrizione e stile di vita è uno strumento di benessere. E non solo per il cantante

foto tratta da Pixabay.com

foto tratta da Pixabay.com

Questa sera ha inizio la 73° edizione del Festival di Sanremo, dove le canzoni sono le protagoniste indiscusse. Ogni dettaglio è minuziosamente pensato e preparato, dal look scelto per la performance ai famosi riti scaramantici da seguire prima dell’ingresso sul palcoscenico, alla cura delle corde vocali. Infatti – e non solo in occasionale del Festival più importante della musica italiana - i cantanti devono prestare regolari e specifiche cure alle proprie corde vocali, per esibizioni eccellenti e una carriera lunga e proficua; fondamentali sono uno stile di vita attivo e un’alimentazione bilanciata e ricca di micronutrienti essenziali.

Uno stile di vita sano dovrebbe prevedere un riposo rigenerante - che permetta al corpo di dormire un numero adeguato di ore – oltre a evitare fumo e alcool, per garantire il benessere delle vie aeree superiori (a tal proposito è anche consigliabile evitare ambienti con aria condizionata). E una regolare attività fisica, come consigliato anche dal nostro Ministero della Salute (almeno 150 minuti a settimana di attività aerobica moderata: una camminata a passo svelto è un pratico e semplice esempio adatto a tutti).

In merito all’alimentazione, i cantanti devono evitare cibi che possono alterare la voce: fra questi rientrano gli alimenti che possono causare irritazione, secchezza delle mucose o produzione eccessiva di muco, problemi che influiscono negativamente sul benessere delle corde vocali e, quindi, sulla qualità del canto.

Oltre alle corde vocali, i cantanti pongono molta attenzione alla salute del sistema gastrointestinale: prima della performance ci si astiene dall’ingestione di cibi che possono determinare un rilassamento della muscolatura dello sfintere (il cardias) posto fra stomaco ed esofago provocando la conseguente risalita dei succhi gastrici verso l’esofago (condizione nota come reflusso gastroesofageo), che possono determinare l’insorgenza di gravi infiammazioni delle corde vocali e compromettere la capacità di cantare. Fra gli alimenti in questione ci sono le pietanze elaborate che richiedono una digestione prolungata – come le carni cotte a lungo, gli intingoli ricchi di grassi di condimento, le salse grasse –, la menta, i chiodi di garofano, il rafano, il cioccolato, il caffè, il the, le bibite contenenti caffeina e alcune spezie. Anche gli abiti molto stretti e le cinture possono determinare il tanto odiato dai cantanti (e non) reflusso gastroesofageo. Inoltre, un nemico della buona digestione è anche l’eccesso di peso, in particolare l’eccesso di tessuto adiposo addominale: è importante, dunque, per i cantanti (e per tutti) mantenere più a lungo possibile un peso corporeo nella norma.

È anche consigliabile, prima di una performance, controllare il proprio stato di idratazione, in quanto l’emozione può giocare brutti scherzi, provocando secchezza delle fauci, anche importante. L’ideale è bere acqua oligominerale oppure delle tisane – calde ma non bollenti –, magari con un cucchiaino di miele, ottimo antibatterico naturale ed emolliente delle mucose della gola.

Al di là di questi consigli specifici da attuare prima di cantare, il modo migliore per mantenere in salute la voce è seguire quotidianamente un’alimentazione sana, ricca di frutta e verdura, da variare in base alla stagionalità e ai colori. Questi alimenti, infatti, contengono proprio i micronutrienti cari ai cantanti – e non solo –, ossia la vitamina A, la vitamina C e la vitamina E.

La vitamina A è presente in molti alimenti di origine vegetale ed è importante non solo per le corde vocali, ma per la salute di tutto l’organismo, in quanto aiuta il nostro sistema immunitario a mantenersi sano, il buon funzionamento dell’apparato respiratorio, dell’apparato muscolo-scheletrico e della vista (eh sì, la vista deve essere perfetta se si vuol leggere il famoso gobbo!).

La vitamina C, presente in tutti i frutti – fra di essi, agrumi, fragole e kiwi ne contengono quantità maggiori a parità di peso rispetto agli altri frutti – e in tutte le verdure, aiuta la produzione di collagene nei tessuti, ad alleviare disturbi respiratori come l’asma e in generale a mantenere in salute polmoni e corde vocali. Ma, per assimilare correttamente la vitamina C, ricordiamoci di assumere frutta e verdure crude o comunque – nel caso non siano commestibile come tali – leggermente scottate, evitando le cotture prolungate.

La vitamina E si trova anch’essa nella frutta e nella verdura ed è in grado di migliorare l’attività cellulare nel cervello e nei polmoni: la salute di questi ultimi è fondamentale (anche) per un’attività vocale ottimale.

Dunque, in realtà, cantanti professionisti a parte, tutti dovremmo seguire la “dieta” del cantante (e in fin dei conti tutti siamo un po’ cantanti, chi a Sanremo, chi sotto la doccia!), non solo per preservare la nostra voce, ma soprattutto per condurre una vita accompagnata quotidianamente dalla colonna sonora del benessere (e delle nostre canzoni del cuore).

 

Dott.ssa Manuela Cimorelli, Dietista

manuelacimorelli@gmail.com

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A MAGGIO?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore