/ Cronaca

Cronaca | 25 giugno 2023, 12:04

Peste suina, secondo caso in Oltrepo Pavese

E’ arrivata ieri la conferma del secondo caso di peste suina africana in Oltrepò Pavese. Gli esami effettuati all’Istituto Zooprofilattico sperimentale dell’Umbria e delle Marche, a Perugia, hanno appurato che anche la carcassa di cinghiale ritrovata in valle Staffora, nel territorio di Ponte Nizza (Pavia), è risultata contagiata

Peste suina, secondo caso in Oltrepo Pavese

Nei giorni scorsi i test in laboratorio avevano registrato la presenza del virus in un’altra carcassa di cinghiale rinvenuta in una frazione di Bagnaria. 

Ats Pavia ha stabilito di limitare il permesso della raccolta di funghi e tartufi nella zona solo per i residenti, proprietari e affittuari di case.

La Lombardia è ufficialmente la quarta regione colpita dall’epidemia del morbo dei suini manifestatasi in primo luogo nel nostro Paese nei primi giorni del 2022 in Piemonte, a Ovada, in provincia di Alessandria. Coinvolti all’epoca circa 800 animali anche nella confinante Liguria e nei territori del Lazio. Tutte aree popolatissime dai cinghiali, principale “veicolo” del virus.

«Sapevamo che sarebbe stata solo questione di tempo – spiega Alberto Cortesi, presidente di Confagricoltura Mantova – e che il Pavese, confinando con il Piemonte ed essendo estremamente vicino alla Liguria, regioni in cui la Psa è già presente, sarebbe stato il territorio più a rischio. È prioritario recuperare ciò che non è stato fatto finora, per evitare danni maggiori».

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A LUGLIO?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore