/ Economia

Economia | 13 giugno 2024, 07:00

Imparare a volare con un drone: consigli e trucchi per principianti

L’evoluzione in chiave moderna e tecnologica dell’aquilone. Lo strumento perfetto per gettare uno sguardo da altezze incredibili e per abbracciare gli orizzonti più estesi.

Imparare a volare con un drone: consigli e trucchi per principianti

L’evoluzione in chiave moderna e tecnologica dell’aquilone. Lo strumento perfetto per gettare uno sguardo da altezze incredibili e per abbracciare gli orizzonti più estesi. Questo e molto altro è il drone. Un dispositivo sempre più diffuso, perfetto per il tempo libero e fondamentale per molte attività professionali: creazione di video, ispezioni etc.

Non stupisce che sempre più persone pensino di acquistarlo. Tuttavia, in loro sorge spontanea una done: come imparare ad usare un drone? D’altronde, si tratta di uno strumento complesso, regolato da precise dinamiche e che richiede una certa tecnica.

Nella guida che segue approfondiremo questo aspetto, fornendo consigli per chi si approccia ai droni e indicazioni su come formarsi in fretta. Presenteremo inoltre le caratteristiche che dovrebbero avere i droni per principianti per iniziare a pilotare.

Il primo passo: la scelta del drone

Il primo passo da compiere, per chi si chiede come imparare a usare un drone consiste nello scegliere… Il drone giusto. Questo dovrebbe avere caratteristiche precise in termini di sicurezza, qualità, dimensioni etc. Ecco una panoramica.

  • Dimensioni. Il drone dovrebbe essere compatto e leggero in modo da facilitare l'apprendimento e rendere meno frustranti le prime esperienze di volo. Tra l’altro i droni più piccoli sono meno costosi e possono essere utilizzati in spazi ristretti.
  • Qualità della fotocamera. La qualità della fotocamera è fondamentale per chi vuole ottenere immagini e video nitidi. Ciò vale anche per i principianti, che anzi traggono un incoraggiamento da un video ben fatto, ricco di dettagli e funzionale alla realizzazione di video di qualità.
  • Funzioni di sicurezza. Le funzioni di sicurezza sono essenziali per i principianti per evitare incidenti e danni. Cercare droni con sensori anti-collisione, ritorno automatico al punto di partenza e modalità di volo è un’ottima idea per trasformare i primi voli in un’esperienza gradevole, oltre che sicura.
  • Durata della batteria. La durata della batteria determina quanto tempo si può volare senza dover ricaricare. I principianti dovrebbero scegliere droni con una buona autonomia, preferibilmente di almeno 20-30 minuti. Una maggiore durata della batteria consente di fare pratica più a lungo e di acquisire maggiore esperienza nell’arco della medesima sessione.

Il primo volo con drone: consigli e indicazioni

Il primo volo suscita sempre un mix di emozione: eccitazione certo, ma anche apprensione e paura di sbagliare. Dunque, ecco qualche consiglio per vivere questo momento con serenità e in sicurezza.

  • La scelta del luogo. Scegliere il luogo ideale per il primo volo è essenziale per operare in sicurezza e allo stesso tempo rendere l’esperienza esaltante, proficua, divertente. Un'area aperta, lontana da edifici, alberi e linee elettriche è perfetta per i principianti. I parchi o i campi sono ottime opzioni, purché non vi siano molte persone. Ovviamente, è sempre bene verificare le normative locali per assicurarsi di volare in un'area consentita.
  • La calibratura del drone. Prima di ogni volo, è fondamentale calibrare il drone per assicurarsi che tutti i sensori funzionino correttamente. Questo processo comprende la calibrazione del giroscopio e della bussola, che garantiscono stabilità e precisione durante il volo. Una calibratura adeguata previene problemi di controllo e migliora l'esperienza di volo. Il consiglio, in questo caso, è  seguire soprattutto le istruzioni del dispositivo.
  • Gli esercizi e i movimenti di base. Praticare esercizi e movimenti di base aiuta a familiarizzare con i controlli del drone. Si potrebbe iniziare con semplici manovre come il decollo e l'atterraggio verticale, il mantenimento della posizione e i movimenti avanti e indietro. Successivamente, si potrebbero tentare curve e rotazioni lente.
  • Il volo responsabile. Volare in modo responsabile significa essere consapevoli dell'ambiente circostante e rispettare le regole di sicurezza. Evitare di volare sopra persone, animali è proprietà private è un atto di buon senso prima ancora che una garanzia di sicurezza Altrettanto necessario è mantenere sempre il drone a vista e rispettare le altitudini massime consentite. 

Attenzione alla normativa

Il consiglio più importante è di studiare la normativa. Essa infatti consente di operare in sicurezza, di garantire l’incolumità a se stessi e agli altri, evitare sanzioni molto salate. La normativa non è complessa ma è comunque corposa. Dunque, rimandiamo alle indicazioni ufficiali dell’ENAC.

In questo spazio, possiamo citare alcune delle norme di base.

  • E’ possibile volare in assoluta libertà, senza patentino, solo con droni inferiori ai 250 grammi.
  • Se si opera senza patentino, l’altezza massimo a cui può volare un drone è 120 metri.
  • E’ necessario mantenere il drone a vista, se si opera a occhio nudo.
  • Il drone deve trovarsi a una distanza - in linea d’aria - di non più di 50 metri dal suo utilizzatore.

Acquisire il patentino, come abbiamo visto, non è obbligatorio ma è comunque un’occasione per imparare la normativa, oltre che per diventare dei veri esperti e poter operare in modo professionale.

Richy Garino

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A LUGLIO?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore