/ Sport

Sport | 17 marzo 2019, 21:13

Basket Serie B, Vigevano ci prova ma San Miniato rimane un tabù

La Elachem parte male, poi dà vita a un lento, lunghissimo recupero che la riporta in scia proprio nel finale. I toscani hanno un ultimo sussulto che condanna i gialloblù, apparsi in forte difficoltà contro la ben organizzata difesa avversaria

Ernesto Duilio Birindelli nella foto Laura Marmonti

Ernesto Duilio Birindelli nella foto Laura Marmonti

Vigevano non ce la fa. Arrivata a San Miniato con la determinazione di vendicare la sconfitta dell’andata e sfatare i precedenti che l’hanno vista fin qui sempre perdente nelle trasferte toscane, la Elachem deve ammainare bandiera bianca dopo aver rimesso in piedi una partita iniziata con una desolante sterilità offensiva e recuperata con pazienza, fino ad arrivare al -2 quando mancavano 150 secondi alla fine. Non è bastato, perché San Miniato ha trovato la forza per rialzarsi quando sembrava essere sul punto di farsi piegare.

Partenza a ritmi piuttosto bassi. Per Vigevano c’è Ferri in quintetto con Verri a giostrare da 4. Il primo lampo lo regala Mazzucchelli con un canestro di gran classe in palleggio, arresto e tiro per il 6-4. La Elachem mostra quasi subito problemi a costruire, anche se in difesa riesce, perlomeno all’inizio, a tenere gli avversari lontani da canestro. Dopo due azioni d’attacco consecutive terminate con l’infrazione di 24”, Piazza prova a cambiare lo spartito inserendo Rossi e Benzoni. I due esordiscono perdendo una palla da rimessa e spianando la strada a Nasello che segna il 10-4. Con la tripla di Lasagni, San Miniato prende il largo, siamo al 6’. Vigevano non ha soluzioni in attacco. Arriva per i ducali un piccolo segnale di ripresa sul finire di quarto, che però non frena del tutto l’emorragia. Al primo mini intervallo è 19-12, la Elachem può in compenso contare su un parziale aperto di 0-6 a suo favore.

Vigevano difende forte e in attacco Birindelli e Benzoni si mettono a fare sportellate. San Miniato sbanda leggermente, ma dura poco, perché la Blukart si rimette presto in carreggiata. Capozio trascina i suoi con dinamismo, mentre Panzini si adopera per rompere gli schemi difensivi dei toscani. Al 25’ Nasello mette la tripla del 28-16, la squadra di casa raggiunge il massimo vantaggio. La difesa di San Miniato per Vigevano è un rebus irrisolvibile, seppure nel finale di frazione (come già successo nel primo quarto), la Elachem migliora la prestazione pur senza riuscire a contenere il divario. Si va al riposo sul 36-26.

Il tema non cambia all’inizio del terzo quarto: San Miniato chiude tutti gli spazi, Vigevano non difende male ma arriva al tiro fra infinite difficoltà. Tutto ciò fino al 24’, quando Benzoni dà la scossa tirando in faccia al suo marcatore per il canestro del 39-30 e compiendo subito dopo un recupero in difesa con cui lancia Petrosino a segnare in contropiede. Panzini mette la tripla del -6, Lasagni si fa fischiare un tecnico che Benzoni capitalizza con il tiro libero. Siamo sul 41-36, la partita adesso è aperta. Preti mette la tripla per ricacciare indietro i gialloblù, che però reagiscono cercando sempre l’uno contro uno vicino a canestro. Piovono falli sui lunghi della Elachem, e sia Benzoni che Birindelli (6/9 dalla linea della carità) piano piano riavvicinano la Elachem. Adesso è San Miniato a faticare moltissimo a trovare il canestro, finchè Mazzucchelli non sfrutta un blocco per segnare la tripla che dà ossigeno ai toscani. Rossi risponde prontamente dall’altra parte. La squadra di casa riesce a chiudere il quarto sul +6 (50-44) grazie a un canestro negli ultimi secondi di Benites che sembra davvero scacciare i fantasmi.

Nell’ultimo quarto le difese trovano il massimo dell’intensità. Vigevano in attacco si affida a Verri, San Miniato a Preti e Mazzucchelli (migliori marcatori della partita rispettivamente con 18 e 15 punti). Al termine di un’azione assai confusa, con diversi giocatori a terra, Ferri si ritrova libero nell’angolo per segnare al 33’ la tripla del 56-54. Verri cerca il pareggio con una magia in cambio di mano ma non lo trova. San Miniato ha l’occasione del controbreak con un tecnico fischiato a Birindelli per simulazione su un attacco di Mazzucchelli: il libero non va, ma Preti mette la tripla del 59-54 al secondo tentativo dopo un rimbalzo di Benites. Mancano 2’12” alla fine. Ferri viene pescato libero sotto canestro ma non segna, Benites lo imita dall’altra parte. A 35” dal termine Mazzucchelli va in lunetta e fa 1/2. Per San Miniato può bastare, quel libero vale il 60-54. Vigevano cerca il fallo sistematico, ma la partita ormai è andata: San Miniato bissa il successo dell’andata vincendo per 61-54.

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore