/ Cronaca

Cronaca | 17 febbraio 2020, 15:15

Blitz della polizia stradale contro le irregolarità sugli autobus in partenza per gite scolastiche

Le verifiche svolte hanno portato alla contestazione di sanzioni, per un importo di 902 euro, ai danni di un'azienda di trasporti inadempiente ai siatemi di equipaggiamento richiesti dal codice della strada

Blitz della polizia stradale contro le irregolarità sugli autobus in partenza per gite scolastiche

La sezione polizia stradale, in collaborazione con il ministero dell’istruzione, ha reso operativo il progetto “gite sicure” con lo scopo di rendere più sicuro il trasporto scolastico degli alunni in occasione delle gite e viaggi d’istruzione, operando un controllo preventivo degli autobus impiegati al momento della partenza del viaggio.

L’obiettivo è quello di prevenire situazioni di pericolo o irregolarità che possano in qualche modo compromettere la sicurezza dei passeggeri. Pertanto, prima della partenza dell’autobus, la polizia stradale controlla le condizioni generali del veicolo, la posizione assicurativa, l’idoneità del conducente, la posizione dell’impresa proprietaria dell’autobus.

Nell’ambito di tale attività una pattuglia dipendente ha controllato un autobus adibito a servizio scuolabus di proprietà di una ditta con sede in provincia di milano, riscontrando violazioni al codice della strada relative alla mancanza di sistemi di equipaggiamento, quali il martelletto frangi-vetro e la valigetta contenente i dispositivi medici di primo soccorso. Inoltre la ditta proprietaria del veicolo era inadempiente alla normativa che impone la trascrizione entro i termini di legge del trasferimento della proprietà del veicolo. Le verifiche svolte hanno portato alla contestazione di sanzioni per un importo di 902 euro.

Per quanto riguarda l’attività svolta nell’anno 2019, la sezione di polizia stradale di Pavia ha eseguito 254 controlli ad autobus e scuolabus prima della partenza per gite scolastiche, accertando nel complesso 34 violazioni di varia natura, concernenti in particolar modo per prescrizioni dell’autorizzazione violate, per sistemi di equipaggiamento dei veicoli non regolari e per il mancato rispetto dei tempi di guida dei conducenti: in alcuni casi la gita è stata sospesa mentre per altre si è provveduto a far sostituire il mezzo che al momento non era idoneo.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore