/ Attualità

Attualità | 20 febbraio 2020, 20:03

Garlasco: si concretizza il reinserimento di soggetti svantaggiati nel tessuto sociale grazie al progetto dell’ex Serafini

La struttura si compone di 6 mini alloggi e vi possono soggiornare persone che rientrano nel protocollo stilato con l’Ats di Pavia

Garlasco: si concretizza il reinserimento di soggetti svantaggiati nel tessuto sociale grazie al progetto dell’ex Serafini

Si concretizza a Garlasco il reinserimento sociale di soggetti socialmente deboli e svantaggiati all’ex orfanotrofio Serafini.

Il comune ha assegnato da circa un anno e mezzo la gestione della struttura alla cooperativa “Idee solidali” di Acqui Terme che si occupa di inclusione di utenti socialmente deboli. 

La struttura si compone di 6 mini alloggi e vi possono soggiornare persone che rientrano nel protocollo stilato con l’Ats di Pavia. Si tratta di giovani mamme sole con neonati o bambini piccolo, famiglie monoreddito e padri separati senza fissa dimora.  L'ex Serafini è stato rinnovato completamente nel 2018 con un finanziamento da parte di Regione Lombardia adesso utilizza le sue piene potenzialità.

La struttura ha accolto tutte le utenze sociali che ne abbisognavano: si compone di 6 appartamenti più quello del custode.  Si trova in piazza San Rocco ed una delle sue missioni è il mantenimento dei requisiti del turn over attivo perché si tratta di collocazioni temporanee. 

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore