/ Cronaca

Cronaca | 22 luglio 2021, 12:23

Tragedia del Mottarone, al via l'incidente probatorio nell'aula di tribunale

Oggi parte l'iter per dare risposte a tutte le domande. Sarà la prima volta che accusati e accusatori si troveranno tutti insieme in un'aula

Tragedia del Mottarone, al via l'incidente probatorio nell'aula di tribunale

Ci saranno sicuramente i legali, e molto probabilmente alcuni degli indagati: Gabriele Tadini, l’unico ancora in stato di privazione della libertà, ha fatto sapere tramite il suo avvocato Marcello Perrillo che sarà presente. E ci saranno gli avvocati che rappresentano le parti lese: questa mattina il procedimento giudiziario sulla tragedia della funivia del Mottarone che, giusto due mesi fa, il 23 maggio, costò la vita a 14 persone, imbocca un tratto di strada se non decisivo almeno molto rilevante. Un tratto di strada che si snoda in un percorso piuttosto tortuoso tra gli accertamenti tecnici, di carattere meccanico e informatico.

L'obiettivo è dare finalmente risposte alle domande rimaste ancora inevase. Una su tutte: perché la fune traente della funivia si è spezzata? 

E poi tutti gli interrogativi conseguenti sulle responsabilità, i silenzi, le omissioni. La prima udienza in camera di consiglio avrà un carattere eminentemente tecnico: all'avvio dell'incidente probatorio, le parti dovranno nominare i propri consulenti esperti.

Oltre al gip Elena Ceriotti, nomineranno tecnici la procura di Verbania, le 12 persone fisiche e le due società indagate. E ugualmente gli avvocati che rappresentano le parti offese. Sarà la prima volta che accusati e accusatori si troveranno tutti insieme in un'aula, che per forza di cose il Tribunale ha dovuto cercare al di fuori del palazzo di giustizia, moderno ma non abbastanza ampio.

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore