/ Cronaca

Cronaca | 01 aprile 2022, 18:08

Arrestato un pusher 30enne dalla Polizia locale di Rho

L'episodio è avvenuto lunedì scorso

Arrestato un pusher 30enne dalla Polizia locale di Rho

Lunedì 21 marzo in mattinata gli agenti del Nucleo Controllo del Territorio del Comando della Polizia Locale di Rho hanno eseguito un'ordinanza di custodia nei confronti di un cittadino italiano emessa dal Tribunale di Pavia. 

L'indagine è partita da un giro di spaccio di stupefacenti, che coinvolgeva la Lomellina e l'hinterland milanese compresa la zona di Rho, reati accertati che hanno portato all'emissione di un'ordinanza di custodia cautelare nei confronti di 7 persone tra cui l'arrestato di ieri, che è risultato domiciliato a Rho; le attività investigative avevano già consentito il sequestro di numerosi chili di droga. Vista l'ultima residenza dell'uomo, la relativa cattura è stata delegata alla Polizia Locale Rhodense. 

Le indagini, coordinate dal Vice Commissario Stefano Palmeri responsabile del Nucleo Radiomobile, hanno portato al brillante risultato. 

La persona arrestata, B.A. classe 1992, è risultata a tutti gli effetti un "fantasma": nessun telefono intestato, nessun lavoro, nessuna casa di proprietà né contratti di affitto, nessuna macchina. 

"Ringrazio la Polizia Locale guidata dal Comandante Antonino Frisone e il vice Commissario Stefano Palmeri per questo importante risultato frutto di indagini, che hanno evidenziato la loro alta professionalità investigativa con attività complesse e analisi di telefonie tabulati telefonici oltre che servizi di osservazione, controllo e pedinamento, e l'acquisizione di informazioni confidenziali" dichiara il Sindaco Andrea Orlandi. "La città è continuamente monitorata dalla nostra Polizia Locale che si coordina con le altre Forze dell'Ordine per la nostra sicurezza". 

L'arrestato era sotto utilizzare, anche per le chiamate, applicazioni di messaggistica per evitare, probabilmente secondo il suo pensiero, di essere intercettato. Le operazioni di ricerca, nell'ambito delle quali c'è stato un continuo coordinamento della Procura di Pavia, hanno consentito di arrivare alla cattura della persona. 

L'arrestato è stato trovato a Milano all'interno di un appartamento in zona Città Studi, intestato ad altre persone. Gli uomini della Polizia Locale di Rho, congiuntamente ai colleghi della Polizia Locale di Milano, sono intervenuti nell'abitazione del soggetto in questione, dove oltre all'ordinanza di custodia hanno eseguito una perquisizione domiciliare, che ha rinvenuto circa 100 grammi di Hashish e denaro contante per un importo totale di euro 5.300,00. Per tale motivo, l'arrestato è stato anche indagato per il reato ulteriore di detenzione ai fini di spaccio di stupefacenti con il sequestro della droga e del denaro, praticamente il medesimo reato per il quale era stata emessa l'ordinanza. Le perquisizioni si estendevano anche nel comune di Rho, dove unitamente alla polizia locale di Rho, si sequestravano nell'abitazione di B.A. — spessissimo in contatto con O.N. - 190 grammi di Hashish e 600 euro in contanti. 

Il B.A. invece non veniva trovato, verosimilmente datosi alla fuga dopo aver saputo dell'arresto di O.N. A seguito dell'indagine, il gip Luigi Riganti, emetteva ordinanze cautelari nei confronti di tutti e sette gli indagati, seì delle quali in carcere mentre una agli arresti domiciliari. In esecuzione dell'ordinanza, negli scorsi giorni, venivano individuati e arrestati quattro dei sette soggetti, tra cui anche B.A.; gli ultimi tre sono tuttora latitanti. 

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A APRILE?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore