/ Cronaca

Cronaca | 03 marzo 2023, 18:28

Omicidio Mortara, fermato un uomo di 46 anni

E' il figlio della proprietaria di casa della vittima, un 25enne nigeriano accoltellato ieri sera dopo una violenta discussione in via Olevano

foto d'archivio

foto d'archivio

Ieri sera (giovedì) intorno alle 21:45 circa, il personale della sezione radiomobile del NOR di Vigevano, unitamente a quello delle stazioni Carabinieri di Mortara e Candia Lomellina, è intervenuto presso una cascina sulla strada provinciale per Olevano, nel comune di Mortara, ove era stata segnalata una lite tra due nigeriani, un 31enne e un 25enne, che vivevano lì in una casa in affitto e un italiano pluripregiudicato, di 46 anni, figlio della padrona di casa.

Al momento dell’intervento, i militari dell'Arma hanno riscontrato la presenza del solo l’italiano e sua madre, una 67enne, che riferiva di essere stata aggredita verbalmente e fisicamente poco prima dai due nigeriani che si erano presentati presso la porta di casa protestando con veemenza di non avere luce e gas in casa.

A quel punto la donna aveva gridato aiuto e il figlio, che abita nella casa di fianco, era accorso in suo aiuto avendo una colluttazione violenta con gli stranieri, ferendone uno con arma da taglio.

Dopo questo episodio i due nigeriani a bordo di bicicletta si sarebbero allontanati in direzione Mortara, ma all’altezza del distributore del gas, il ferito si è accasciato a terra venendo poi soccorso da autoambulanza, nel mentre giunta sul posto, che lo ha trasportato presso il pronto soccorso dell’ospedale San Matteo di Pavia, dove è deceduto, nella mattinata odierna, per ferite lacero contuse ricevute all’addome.

Le pattuglie dei Carabinieri intervenute hanno raccolto le prime dichiarazioni dal connazionale del ferito che nell’immediatezza ha indicato nel figlio della padrona di casa l’autore dell’accoltellamento.

Nella mattinata odierna, personale del NOR - Sezione Operativa e Radiomobile della Compagnia di Vigevano ha effettuato un sopralluogo alla presenza dell’omicida, del suo avvocato e del P.M. di turno, al fine di effettuare i rilievi tecnici, ricercare elementi di prova e sentire testimoni con cui ricostruire la vicenda.

Durante il sopralluogo sono state repertate alcune tracce di sangue e sequestrati alcuni oggetti atti ad offendere nonché il telefono dell’italiano.

Successivamente presso la Compagnia Carabinieri di Vigevano il Magistrato di turno ha disposto il fermo di indiziato di delitto.  L'uomo sarà condotto presso il carcere di Pavia.

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A APRILE?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore