/ Cronaca

Che tempo fa

Cerca nel web

Accadeva un anno fa

Cronaca | 10 luglio 2020, 15:10

Corbetta: 3 giovani ladri ‘acrobatici’ bloccati al campo rom di via Fogazzaro. Tra di loro anche Remi Nikolic

Aveva ucciso a soli 17 anni il vigile urbano Niccolò Severino

Corbetta: 3 giovani ladri ‘acrobatici’ bloccati al campo rom di via Fogazzaro. Tra di loro anche Remi Nikolic

Remi Nikolic, 26enne rom autore nel 2012 dell’omicidio del vigile urbano Niccolo’ Savarino (nella foto in evidenza)  (travolto dall’auto guidata dal giovane, allora minorenne, a cui era stato intimato di fermarsi) e’ stato nuovamente arrestato insieme a due altri giovani dopo aver terminato di scontare una pena di nove anni e otto mesi di reclusione. Il primo arresto arrivo’ dopo una fuga del giovane all’estero, mentre questa volta i tre sono stati bloccati nelle loro ‘temporanee’ abitazioni milanesi, tra cui spicca il campo nomadi di via Fogazzaro, a Corbetta. Stavolta non c’e’ di mezzo un omicidio, ma si tratta di reiterato furto in abitazione, reato consumato tra febbraio e marzo insieme al coetaneo Alen Djordjevic e al 23enne Martin Jovanovic, anch’essi pregiudicati. Il bottino delle operazioni quantificato dagli inquirenti e’ 200.000 euro, composto da una parte in denaro e da una parte in gioielli e affetti personali. Le attivita’ dei tre avvenivano in modalita’ ‘acrobatica’ e nelle ore notturne quando, sfruttando l’assenza delle vittime, riuscivano ad introdursi all’interno degli appartamenti forzando i vari punti di accesso, e spesso appunto arrampicandosi lungo le grondaie o calandosi dai tetti.

(foto d’archivio)

Quanto a Nikolic, lo scorso febbraio, dopo aver terminato la misura alternativa a cui era sottoposto, come riferiscono gli inquirenti ha “immediatamente ripreso le attivita’ predatorie”.
Nel corso delle perquisizioni, e’ stata sequestrata la somma contante complessiva di 8.000 euro, un piccolo lingotto in oro, nonche’ abiti e numerosi gioielli di marca (Rolex, Cartier, Bulgari, Tiffany, Gucci e Versace). A carico dei tre sono stati sequestrati anche gli indumenti utlizzati durante i furti, “a riscontro dell’attivita’ investigative svolta”. (FONTE AGENZIA DIRE)

Articolo tratto dal nostro sito partner www.ticinonotizie.it

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore