/ Eventi

Eventi | 16 marzo 2023, 12:42

19 Marzo… Festa del Papà e non solo…Tornano all’ombra della Certosa di Pavia le eccellenze enogastronomiche del MEC-Mercatino Enogastronomico

A partire dalle 9 Via del Monumento, Certosa di Pavia (Pavia) Mercatino Enogastronomico della Certosa a Morimondo Evento a ingresso libero, per informazioni Associazione Arca di Noé 347 7264448

19 Marzo… Festa del Papà e non solo…Tornano all’ombra della Certosa di Pavia le eccellenze enogastronomiche del MEC-Mercatino Enogastronomico

Torna a giocare in casa il MEC - Mercatino Enogastronomico della Certosa di Pavia: l’appuntamento è per domenica 19 Marzo, all’ombra della meravigliosa Certosa, suggestivo complesso monumentale alle porte di Pavia, nel comune omonimo.

A partire dalle 9, decine di produttori ed espositori animeranno  l'area verde su cui si affaccia la Certosa (via del Monumento, Certosa di Pavia) offrendo a golosi e turisti una carrellata di prodotti - tutti a filiera corta - come riso del Pavese, salame di Varzi, formaggi e salumi dell'Oltrepo' e dolci come le offelle di Parona, praline e pasticceria secca, grappe e birra artigianale. Ed ancora miele, vini,  salumi di suino e d’oca,  pasta fresca, confetture, distillati, olio.  Una vetrina ricca di eccellenze a prova di goloso per foodies ed enoturisti.

A chi fosse alla ricerca di una destinazione per una gita fuori porta vicino a Milano, il MEC è anche  l’occasione per andare alla scoperta di un luogo che combina bellezza e storia.  La Certosa di Pavia è stata dichiarata monumento nazionale italiano nel 1866 diventando così proprietà del Regno d’Italia. Eretta a partire dal 1396 per volere di Gian Galeazzo Visconti come sacello funebre della famiglia, il monastero fu ultimato nel 1452 e la chiesa nel 1473.

La facciata venne realizzata successivamente dai fratelli Mantegazza e da Giovanni Antonio Amadeo (la parte inferiore) e da Lombardo nel XVI secolo (la parte superiore). La facciata, marmorea, è stata disegnata tassello dopo tassello da scultori e architetti, con angeli, monarchi e statue di santi. Un autentico tripudio di affreschi, ori, lapislazzuli e lacche e un’arte unica: bassorilievi e dipinti famosi come il “Padre eterno benedicente” del Perugino si vanno a sommare alle figure dipinte dagli antichi Certosini, che si affacciano dall’alto da finestre trompe l’oeil.       

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A FEBBRAIO?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore