/ Cronaca

Cronaca | 17 settembre 2023, 11:01

"Non è possibile, non può essere vero": shock per la morte della piccola Laura nell'incidente della Freccia Tricolore

La bambina di 5 anni è l'unica vittima dell'incidente aereo della Freccia Tricolore che si è schiantata ieri a Caselle. Stava tornando a casa in macchina con i genitori e il fratello dodicenne, rimasti gravemente ustionati

Laura, la bimba di 5 anni vittima dell'incidente, con la sua famiglia

Laura, la bimba di 5 anni vittima dell'incidente, con la sua famiglia

"Non è possibile, non può essere vero": a San Francesco al Campo, nel Torinese, c'è incredulità, disperazione. In paese si conoscono tutti e da ieri vivono tutti un incubo: Laura, 5 anni, è morta carbonizzata travolta dalle fiamme della Freccia Tricolore che si è schiantata a terra poco dopo il decollo da Caselle, durante un'esercitazione dello spettacolo che oggi avrebbe dovuto allietare i torinesi e che invece non si farà.

Chi ieri era presente, chi è accorso, ha sentito le urla strazianti della mamma Veronica e del papà Paolo, che si subito si sono resi conto che la loro figlia non c'era più. Stavano passando con la macchina accanto alla pista di Caselle, al di là di una staccionata, a poche centinaia di metri dal cartello di San Francesco al Campo, casa loro. Non si sono nemmeno accorti, forse, delle Frecce Tricolori alle loro spalle alzarsi in formazione. Poi un aereo ha perso quota, il pilota ha segnalato un guasto al motore dovuto all'impatto con uno stormo di uccelli e si è buttato fuori con il paracadute dopo aver indirizzato l'aereo verso una zona, direzione pista dell'aeroporto, che secondo lui era "sicura", libera dal passaggio delle persone. L'aereo però si è schiantato prendendo fuoco e diviso in due, travolgendo con le fiamme la strada dove passava l'auto della famiglia Origliasso. "Ho sentito un boato e subito dopo sono stato catapultato fuori dall'abitacolo", avrebbe raccontato Paolo, il papà, 49 anni. Resosi conto della situazione, l'uomo è rientrato in auto e ha portato in salvo il figlio Andrea, 12 anni, ora ricoverato in ospedale con ustioni importanti. Poi si è girato per andare a recuperare anche la piccola Laura, 5 anni, ma in quel momento l'auto è esplosa, avvolta dalle fiamme. Un attimo terribile che nessuno potrà mai dimenticare.

Il sindaco di San Francesco al Campo, Diego Coriasco, è intervenuto in prima persona per i soccorsi. "Sono sgomento", le uniche parole che è riuscito a pronunciare, visibilmente provato dalla vicenda. Messaggi di cordoglio per la famiglia da tutto il mondo politico. "Una notizia sconcertante, che ci colpisce in maniera terribile", ha scritto sui sui social il sindaco di Torino e metropolitano Stefano Lo Russo, che si è recato sul posto così come il governatore del Piemonte Alberto Cirio ("Con profondo dolore la Regione Piemonte si stringe alla famiglia e alle persone coinvolte in questa immane tragedia").

Ovviamente i festeggiamenti previsti per oggi per i cento anni dell'Aeronautica Militare sono stati annullati nel rispetto del lutto.

Mentre l'attenzione oggi è tutta concentrata su Paolo, istruttore di scuola guida a Ciriè, sua moglie Veronica, 41 anni, insegnante alle elementari, e il loro altro figlio, Andrea, 12 anni: papà e mamma sono feriti e ustionati ma fuori pericolo. Più delicate ma al momento sotto controllo le condizioni del piccolo, monitorato costantemente al Regina Margherita.

Da Torinoggi.it

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A LUGLIO?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore